Un ragazzo d'oro - l'ultimo film pazzesco di Pupi Avati che ha vinto a Montreal

Un ragazzo d'oro - l'ultimo film pazzesco di Pupi Avati che ha vinto a Montreal

Dopodomani, segniamocelo, esce in qualche cinema Un ragazzo d'oro, il più improbabile nella lista dei film già impossibili di Puppet Avati.

 

 

La storia, il cast, tutto è pazzesco: Scamarcio è il figlio di uno sceneggiatore di commedie sexy, di quelle che piacciono a Tarantino. Il padre muore, Scamarcio va al funerale e scopre che aveva un' amante, che è Sharon Stone. Crisi di identità, Scamarcio decide di trasformare in film l'ultima sceneggiatura di papà, che avrebbe dovuto riscattarlo agli occhi del mondo. Il film viene fuori bidone immondo, Scamy allora dà di matto, si bomba Sharon Stone, entra in manicomio e vince il Premio Strega con il libro che scrive per riscattare Papy. Alla fine di tutto, decide di restare in manicomio, che si mangia anche bene.

 

 

Ora, il film ovviamente è stato rifiutato a Cannes, a Venezia, per cui cosa ha fatto Pupi? Lo ha portato al festival del cinema di Montreal, un festival di quartiere che aveva come Presidente di Giuria Castellitto, dove ha vinto il Premio per la Miglior Sceneggiatura (ahahah) e ora Pupi nei comunicati stampa gonfia la cosa per ingenerare confusione con il ben più famoso Festival del Cinema di Toronto.

Per intendersi, a Montreal non hanno manco abbastanza moquette per fare il red carpet.

 

festival del cinema di montreal

 

festival del cinema di montreal

 

festival del cinema di montreal

RSS