Suspiria 2019, in breve

Suspiria 2019, in breve

Ci sono un sacco di ragazzine scalze.
Brian e Garrison sono i veri autori del Malleus Maleficarum.
Le streghe sono potentissime e ricchissime, ma non hanno i soldi per pagare la strega delle pulizie.
Francesca Woodman è rimorta, ma tanto anche in vita voleva morire.
A Berlino nel 77 non avevano ancora inventato gli ombrelli.
Tilda Swinton monsignore ma non troppo, tra Marina Abramovic e Don Lurio.
Le streghe la sera vanno a farsi una boccia di vino da Giggi detto er Grimorio.
Il terrorismo è una conseguenza del maltempo.
Thom Yorke ha trovato la colonna sonora nei Rice Crispies.
La malvagità dei saltelli.
Hanno fatto il tetragrammaton con lo scotch da imballaggio.
C'è un balletto ispirato a Maya Deren e a Enzo Trapani.
La lingua dei telepati è naturalmente il francese.
C'è una citazione da Che fine ha fatto Totò Baby.
Un culo rilevante mentre il tecnico luci si fa le canne.
C'è Genesis P-Orridge cogli occhiali di Ranxerox.
Il Sabba di Julian Beck coreografato da Enzo Paolo Turchi.
Alla fine c'è il combattimento tra Marilyn Manson e Jabba the Hutt.
Yorke cita Alberto Fortis.
Finisce con festone gotico al Cocoricò.

Smegma Bovary