Obituario familiare + cavi usb

Obituario familiare + cavi usb
Valentino A
il parente ottocentesco
 

scriveva tantissimo, malissimo, beveva l'aceto, ogni tanto falliva. era ricco e poi povero, poi ricco e poi povero, è morto che non era ricco, penso per un caso. 

poi conosceva dei ristoranti mica male

è morto di cirrosi epatica, diabete, alcolismo, lasciando soli una moglie e tre figli.

 

aneddoti: ha fatto le guerre, preso proiettili, fatto passare cose normali per grandissime, poi è morto

 
Maria B in C
procreazione fordista
 

a diciotto anni è scappata con l'uomo che l'avrebbe ingravidata per sette volte. l'unica bella donna di famiglia, giustamente. era una donna tristissima

un giorno di natale qualunque le è esploso il cuore, letteralmente, rovinando a tutti le festività
tranne a me, che me la giocavo con la pista elettrica

è morta di esplosione fortissima cardiaca, lasciando soli un marito e sette figli

 

aneddoti: dalla sua fuga da casa è stata rincorsa per venti giorni dallo zio, giocava a carte, poi è morta

 
Elena M in A
quella un po' interessante
 

parlando della sua famiglia mi dicevano che inventassero le robe, ma non si approfondiva mai

io sono rimasto quindi con quest'idea un po' vaga di gente che inventava le robe. se penso a qualcosa di intelligente mi dico che in fondo è merito della famiglia M, affluente della famiglia A

erano tutti biondi e belli, lei era molto gentile. poi un giorno da ipervecchia si è rotta un femore e si è lasciata morire. non so come si muoia di femore, ma è morta

è morta di femore rotto, lasciando soli tre figli

 

aneddoti: mi regalò degli asini con la calamita in testa ma li ho persi. poi è morta (non subito dopo)

 
Benvenuto C
se n'è andato, calembour
 

da giovane beccava un sacco, poi ha preso di forza una diciottenne e l'ha sposata e l'ha ingravidata sette volte, poi a pochi anni dalla sua morte si è consolato con una quarantenne tedesca miliardaria conosciuta in quelle crociere da età media: quasi morti. 

non c'è molto altro. il nome non piaceva a nessuno, e rideva agli zerbini

è morto di tumore a un sacco di roba, lasciando soli sette figli

 

aneddoti: mi hanno prolungato le vacanze di un mese per non farmi percepire la sua malattia, io mi sono abbronzato un sacco e lui poi è morto

Wanda C
la mia giovane mamma
 

di lei non ricordo particolari talenti, non si ricordano proprio. forse li ricorda giusto il suo primo fidanzato, ma sono ricordi annacquati da polvere e prurigini

quando sono nato ero biondo e lei era mora e quando c'era mia zia che era bionda pensavano che fossi figlio di mia zia quindi lei che aveva del cervello si è fatta bionda per qualche mese

non sapeva nuotare, ma voleva sempre andare al mare, ma dove c'era il mare bello. poi si metteva sulla seggiolina a 40 metri dall'acqua e stava lì ore, giorni, tutta la stagione ad occhi chiusi

le sue iniziali le causavano imbarazzo in presenza di una toilette. ha lavorato per due anni, poi giustamente si è stufata e si è goduta la vita

è morta per lo sfondamento del cranio, lasciando solo un figlio e basta

 
aneddoti: ripeteva la stessa domanda per ore, comprava pillole dai nomi divertentissimi, poi è morta  

RSS