la supersimmetria del trollaggio

la supersimmetria del trollaggio

Non esiste una bomba atomica cattiva, la colpa è sempre dell'uomo che l'ha educata. Cosa vogliono dimostrare quei filmati con una bomba atomica che incenerisce all'istante centinaia di migliaia di persone, ne ustiona migliaia d'altre e causa radiazioni nocive a lungo termine? Vorrei proprio vedere quella bomba atomica com'è stata educata, se ha subito maltrattamenti, se non è stata sottoposta a un percorso di riabilitazione comportamentale. Chi se la prende con le bombe atomiche non ne ha mai avuta una altrimenti saprebbe quanto amore può dare. Questa campagne d'odio nei confronti delle bombe atomiche (esistono pagine che inneggiano al disarmo) o sono scherzi di cattivo gusto oppure sono il parto di menti malate. Più conosco gli uomini e più apprezzo le bombe atomiche. L'importante è che le bombe atomiche non vanno acquistate, bisogna sempre dare la precedenza all'adozione. Se poi in un caso su mille succede che una bomba atomica esplode inavvertitamente e fa delle vittime questo non significa niente. Ma perché, quanti morti fa la cattiveria dell'uomo? Questo è un motivo sufficiente per fermare il progresso, le industrie, il mercato, le esplorazioni spaziali? Perché ce la si prende in particolare con le bombe atomiche e non si guarda ai veri problemi che affliggono la società? Giuro che se mi capita sotto alle mani qualcuno che fa del male a una bomba atomica non rispondo di me. [La supersimmetria del trollaggio, Longo Editore, 2065]

RSS