La poetrice della bovisa

La poetrice della bovisa

Ho venticinque anni e da settembre vivo in questa milano.
vengo dalla campagna di tranquillamente marche
e sono scappata da una famiglia di ex contadini per fare la mia vita, seguire la mia strada,
crearmi un'identità,
scoprire il mio lato oscuro, amare la mia ombra,
sperimentare la dimensione del male
la dimensione del dolore
la dimensione del doppio
quella dell'arte in generale
e la simbologia
Con il loro affitto.
I miei sono in pensione.
Vivo in un ex spazio industriale recuperato e adibito a casa-ufficio.
Un loft di 250 mq con diverse docce, la moquette verde finto prato, le piante,
Le mazze da golf, i pc, le tazze ikea, i piumini bianchi ikea, il te verde, i biscotti biodinamici,
il latte di cocco.
gli sci in corridoio.
e dei desainer che lavoravano per prada
Sono stata alla sfilata di Armani.
Ma non frequento, mi ci hanno portato.
Sono ambienti aridi.
Io ho bisogno della stazione centrale e della metropolitana
dei bambini svuotati come quaglie, con due dita che ti passano dal culo
e ti cavano l'anima
bambini gelati sulle ginocchia, granstecchi ducali
Perché cerco la vita vera.
Quella vissuta, che passa solo per le porte del dolore.
I buchi della sofferenza, le piaghe dell'esistenza.
La carne in ogni suo bordo beccato.
Faccio ricerca.
Faccio sperimentazione.
Sono amica di aldo nove
E so anche il suo nome vero...
L'anno scorso pesavo quarantanove chili, si vedevano lo sterno e le costole fra I seni sembravo malata,
sembravo un angelo con le ali d'ossa, e se volavo I muscoli diventavano tamburi.
ed ero fighissima
Ora ho messo su qualche chilo ho le guance rosse e ho cominciato a fumare molto
per aumentare le rughe nel contorno occhi,
E virare in giallo la pelle.
Dicono che scrivo come la santacroce.
dico che scrivo troppe spesso cazzo.
Dicono che sono fotogenica.
dicono che comunico molto qualcosa.
Dicono che leggo bene e devo partecipare agli slam poetry.
Dicono che fra qualche anno forse potrei sfondare
e pubblicare magari per I bianchi dell einaudi
Che dicono essere la migliore collana di poesia e io dico che è vero...

RSS