I 10 migliori prodotti da Autogrill

I 10 migliori prodotti da Autogrill

Crogiuolo e vanto della razza italica, inizio e culmine di ogni ferie, sabato del villaggio vacanze, l'Autogrill è il museo del futuro, che meglio descrive il XXI secolo in Italia.

Se le tangenziali e le autostrade sono classificabili secondo Marc Augé come non luoghi, l'Autogrill è l'ultraluogo, e i suoi prodotti trascendono la matericità per rivelarsi categorie dello spirito.

10) Paste tricolori con i monumenti italiani

 

L'autogrill è la prima tappa di ogni ricongiungimento familiare di emigrati che si rispetti. Macchine colme, un tempo divani sulle capote dell'auto, quale miglior modo di celebrare la ritrovata unità della famiglia, con una pasta tricolore che celebri le bellezze della città che si è lasciata e quelle della città che ci riabbraccia? Tempi di cottura improbabili.

 

9) I cd

 

La rivoluzione digitale  ci ha insegnato che  a comprare i cd sono rimasti i nostri nonni, quindi i cd che ancora si vendono sono di musica-commodity in cui il concetto di ascolto è stato sostituito dal suo utilizzo, musica per aperitivo, musica per andare in macchina, musica per radersi, ...

 

8) Gli autogrill Sarni

autogrill sarni

 

Se l'Autogrill è il futuro museo del contemporaneo, gli Autogrill Sarni sono già adesso musei degli anni '80.

Design coevo delle camicie di Lino Banfi nell'Allenatore nel Pallone, ergonomia dei panini spinta al massimo con pagnotte bucate per spingervi dentro un würstel, menu dai nomi evocativi quali Pranzotto, Sarnotto e Fatti Furbo, cestoni pieni di dvd di pornazzi per camionisti o antologiche di Bruce Lee.

Un must per ogni hipster in transito verso il Salento.

 

7) I manuali di autoaiuto

 

Il  popolo degli Autogrill è gente che vuole tutto subito, possibilmente senza cambiare niente, il manuale di autoaiuto è la sua risposta.

 

Gianni il libro del deboscio

 

Imparare l'inglese con Sloan che non sa parlare italiano o dimagrire con Dukan radiato dall'ordine dei medici, la gente vuole riposte facili e veloci, senza perdersi in tanti intellettualismi.

Resta il mistero su come mai si siano messi a vendere anche libri di gestione aziendale: difficile immaginare Marchionne che si mette a studiare le cinque S mentre va verso Tortoreto Lido.

 

 

6) L'inferno Peppa Pig

 

Chi non ha figli non può dare né pareri né consigli, soleva dire mio nonno a mio padre prima che diventasse papà.

Di certo oggi chi non ha figli non ha idea di cosa possa essere l'inferno Peppa Pig per un genitore, costretto a comprare qualcosa a tutti costi. Almeno un tempo con gli Autogrill si giocava alla pari: c'erano quei maialetti non griffati che andavano avanti tutto il tempo con il loro grugnito preregistrato mandando ai matti i commessi. Poi i sindacati giustamente saranno intervenuti.

 

5) Il ventilatore Usb con i led fosforescenti

 

C'è chi lo chiamerebbe tramonto dell'Occidente, io la chiamo li-ber-tà.

WEST AKBAR!

 

4) I divani gonfiabili

 

Le convivenze coatte estive, tutti stipati in piccole case al mare, devono essere assolutamente celebrate con qualche divano gonfiabile "come visto in tv".

 

3) Profilattici

 

Perché gli autogrill sono fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni, e non sono altro che la promessa della felicità. 

 

2) Le mille cose improbabili da mangiare

 

In ordine sparso, per un gran finale collettivo: il finto aceto balsamico di Modena, l'acqua Panna venduta obbligatoriamente in bottiglia grande quando tu chiedi quella piccola e te la mettono 2 euri, il revival dei winner taco avanzati dal '98, senza dimenticare LA RUSTICHELLA SCONTATA.

 

1) Noce di prosciutto al pepe

noce di prosciutto al pepe

 

Non vi poteva essere alcun dubbio sulla prevalenza della noce di prosciutto al pepe in questa classifica,  come quando si fa un elenco dei più forti giocatori di calcio di tutti i tempi, tutti sanno che il primo sarà Maradona, e nemmeno poteva essere ricompresa nella voce precedente, in quanto si dubita che le noci di prosciutto siano commestibili, e comunque come poi.

La noce di prosciutto al pepe è sempre in auge, e anche in Augé: un prodotto che simula fortemente una tipicità artigianale invero completamente plastificata come i tempietti simil legno che racchiudono le noci, in quanto al di fuori del simulmondo Autogrill semplicemente le noci di prosciutto non esistono, nè si è visto mai qualcuno comprarle o prenderle in considerazione, anche solo come oggetto contundente in una bella rissa tra ultras.

 

 

 

Resta il mistero densissimo di queste noci: che siano utilizzate per contrabbando di droga, di gioielli? Sebbene sotto gli occhi di tutti, nessuno davvero le vede, e se l'essenziale è invisibile agli occhi, le noci di prosciutto al pepe sono la vera componente essenziale di qualunque autogrill che si rispetti, più dei bagni e della signora delle pulizie che invecchia tra gli effluvi e gli scrosci con il piattino delle mance.

RSS