gli schemi del cinema

gli schemi del cinema

I ricercatori dell'Università di Birmingham hanno analizzato le trame di 6.147 film per scoprire quali sono i temi ricorrenti e come viene sviluppata la pellicola dal punto di vista sentimentale. Si tratta di vedere come la storia viene trattata per suscitare emozioni nello spettatore, seguendo degli schemi ricorrenti.

Di grande successo è il cosiddetto “Man in the Hole”, ovvero quel tipo di film in cui il protagonista, dopo una caduta, si rialza. Secondo i ricercatori, i film che utilizzano questa tecnica costano in media 40,5 milioni di dollari per la produzione e sono destinati a guadagnare 54,9 milioni di dollari.Tra i film che seguono questo schema ci sono “il Padrino”, “The Departed” e “Blade Runner”. fronte del porto fronte del porto Ma "Man in the Hole" è solo uno dei sei schemi identificati dagli studiosi.

Ecco l'elenco: “Dalle stalle alle stelle”, che predispone il pubblico a un continuo climax emotivo; “dalle stelle alle stelle” (Pyscho);  "Icaro": un'ascesa seguita da una caduta (Mary Poppins); Cenerentola, che segue lo schema dell’ascesa, della caduta e nuovamente dell’ascesa, e infine Edipo, che segue lo schema della caduta, dell’ascesa e della nuova caduta. 

L’analisi ha rivelato che lo schema di "Man in a Hole" in cui il personaggio è felice-triste-felice è quello che in definita riesce ad avere maggiore successo economico.

«I film sono storie e ogni storia raccontata cerca di scatenare le nostre emozioni - sostiene il professor Ganna Pogrebna - Capire le emozioni degli spettatori utilizzando la scienza dei dati può cambiare i modelli di business per l'industria dei media e dell'intrattenimento. 

L'utilizzo dell'analisi del sentimento per mappare le preferenze degli spettatori consentirà alle aziende di progettare contenuti incentrati sul cliente. Ad esempio, la formula Icaro è buona per i film a basso budget, mentre se vuoi girare una tragedia di successo nella forma "dalle stelle alle stalle" è necessario un budget di 100 milioni di dollari». Per i film biografici vanno bene le storie incentrate sul motivo "dalle stalle alle stelle", mentre le pellicole di fantascienza, mistero e thriller con lieto fine nella forma emotiva dalle “stalle alle stelle” non hanno funzionato al botteghino.

RSS